Come l’uso di WordPress influisce sull’hosting

Hosting, WordPress, dominio: tre termini che possono sembrare molto difficili per chi è alle prese per la prima volta con argomenti come i siti Internet, ma molto importanti perché conoscere il loro significato è fondamentale per il corretto funzionamento di un sito.

hostingAl giorno d’oggi, infatti, sempre più persone sono attratte dal mondo del web: Internet non è più solo uno strumento per divertirsi, per fare dei giochi online, per svagarsi e trascorrere un po’ di tempo libero, ma sta diventando sempre di più uno strumento attraverso il quale comunicare ed ottenere informazioni di diverso tipo, informazioni oggi disponibili proprio grazie alla rete ed alla quantità di gente che condivide queste informazioni con gli altri.

Non solo: grazie ad Internet molte persone guadagnano del denaro, ed in questo caso Internet può diventare anche una sorta di virtuale datore di lavoro, che consente di affermarsi professionalmente e di lavorare, guadagnando dei soldi attraverso il proprio tempo online. Le persone che guadagnano grazie ad Internet, lo fanno sia creando degli e-commerce o dei siti web in cui vendere i propri prodotti online, sia utilizzando il proprio sito come una risorsa di informazioni per gli utenti, sia lavorando come graphic designer, web master o web writer, per proprietari di svariati siti web.

Come è facile comprendere, quindi, Internet sta diventando sempre di più uno strumento indispensabile, che molti utilizzano per diletto, e molti altri per guadagnare e per lavorare.

Tra le persone che appartengono alla seconda categoria, vi sono i gestori (o proprietari) di siti web: si tratta quasi sempre di professionisti, che decidono di investire il loro tempo (ed il loro denaro, almeno inizialmente) nella creazione di un sito Internet, che poi naturalmente va gestito e tenuto sempre sotto controllo per un ottimale funzionamento.images

Di queste persone, poi, vi sono due categorie in particolare: la prima riguarda quegli utenti che non hanno grosse pretese, persone che magari aprono un sito web solo come luogo personale a cui rivolgere pensieri, canzoni, poesie. Questi utenti generalmente utilizzano servizi base, come ad esempio hosting low cost (a riguardo vedi sul sito del ragazzo di brainblog) o addirittura hosting gratuiti per WordPress, e che scelgono funzionalità base di WordPress, perché non sono interessati a guadagnare attraverso il loro sito e, semmai, lo farebbero come passaggio successivo, dopo aver ingranato.

La seconda categoria è quella degli utenti professionisti, che dal sito web si aspettano qualcosa in particolare, ovvero un vero e proprio guadagno e popolarità: si tratta di utenti che aprono un sito di notizie o di informazioni specifiche, oppure di utenti che aprono un e-commerce per guadagnare attraverso la vendita di prodotti e di servizi. In ogni caso, sono utenti che necessitano di un sito funzionale, dalle prestazioni performanti e dalla garanzia di funzionamento.

Hosting e WordPress: entrambi importanti per il funzionamento di un sito web

 

Quando si decide di aprire un blog, generalmente si fa uso di una piattaforma base come quella offerta da WordPress: quest’ultimo è un vero e proprio programma gratuito, attraverso il quale è possibile creare un sito web dinamico, ricco di contenuti ed immagini, pur essendo totalmente digiuni di programmazione. Ovviamente, è un ottimo prodotto sia per iniziare – perché basta semplicemente registrarsi e non è necessario conoscere linguaggio HTML o altro per il funzionamento del sito – sia per avere un sito performante, perché WordPress può essere utilizzato per diverse funzioni e funzionalità.

WordPress è praticamente utilizzato in tutto il mondo: è utile sia alla creazione di blog – di qualunque categoria – sia per la creazione di siti professionali, perché risponde davvero a tutte le esigenze dell’utente.

Anche nella modalità base (e quindi gratuita), questa piattaforma offre delle interessanti possibilità di personalizzazione del sito web: esiste una infinità di temi gratuiti, e di layout, che ben si adattano alle diverse esigenze dell’utente medio, che per iniziare non ha bisogno di conoscere linguaggio HTML e di programmazione, e può basarsi su ottime prestazioni anche nella versione gratuita. Questo utente può poi decidere, in un secondo momento, di acquistare un hosting per WordPress (guarda qui per approfondimenti a riguardo), alimentando così la funzionalità del sito ed avendo un sito altamente performante e ricco di prestazioni.

Vi sono però delle considerazioni da fare: quando apriamo un sito Internet professionale, non possiamo – o comunque non sarebbe consigliato o indicato – utilizzare solo il servizio base di WordPress, perché abbiamo bisogno di qualcosa di più. Per esempio, abbiamo bisogno di un dominio personale e professionale, laddove per dominio intendiamo il nome dell’indirizzo che serve per visualizzare il sito web. Se, ad esempio, siamo utenti professionisti che vogliono aprire un e-commerce in cui vendere oggetti usati, ci potrebbe essere utile avere un nome di dominio facilmente individuabile da tutti, che ci caratterizzi come venditori professionisti di oggetti usati.

Attraverso l’hosting, poi, possiamo rendere pubblicabili e visualizzabili da tutti le pagine del sito realizzate in questo caso con WordPress: un hosting professionale è la scelta più indicata in questo caso, perché ci offre delle garanzie che per esempio un hosting gratuito per WordPress non ci offrirebbe.

In sostanza, quindi, diremo che da un lato la scelta dell’hosting influisce sul funzionamento del sito web in Worpress, e dall’altro lato anche l’uso di WordPress può influire sul funzionamento e sulla velocità del sito.

La differenza tra un sito veloce ed un sito lento è data dal tipo di hosting che utilizziamo: se ci affidiamo, per risparmiare, ad un hosting gratuito e magari condiviso, sicuramente non potremo contare su di un sito davvero veloce ed affidabile, perché in questo caso dovremo condividere la larghezza di banda con una pluralità di siti, e ciò potrebbe fare la differenza.

Anche i vari tipi di hosting gratuiti offerti da WordPress non vanno bene e non sono consigliabili: è molto importante affidarsi ad un dominio di proprietà, e scegliere a questo proposito un hosting dedicato, in maniera da evitare che esso influisca negativamente sulla velocità e sul funzionamento del sito.

concludiamo con un bel video esplicativo riguardante gli spazi web. Spero non abbiate difficoltà con l’inglese.